Benvenuti

Questo slideshow richiede JavaScript.

Pubblicato in benvenuto | Contrassegnato , ,

Omelia VIII Domenica Tempo Ordinario 2017

Omelia VIII Domenica Tempo Ordinario tenuta da don Giuseppe Di Luca domenica 26 febbraio 2017

cooltext801579272

Pubblicato in valmadonna | Contrassegnato , , , ,

Meditazione della settimana 26 febbraio – 4 marzo

« Non preoccupatevi dunque dicendo: “Che cosa mangeremo? Che cosa berremo? Che cosa indosseremo?”. Di tutte queste cose vanno in cerca i pagani. Il Padre vostro celeste, infatti, sa che ne avete bisogno.
Cercate invece, anzitutto, il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta.
Non preoccupatevi dunque del domani, perché il domani si preoccuperà di se stesso. A ciascun giorno basta la sua pena» (Mt. 6, 24-34)

Quante volte anche noi diciamo agli altri: stai tranquillo, non preoccuparti!!!
Vedrai andrà tutto bene, tutto si risolverà, ecc…..”
Facile dirlo agli altri, anzi facilissimo, in questi casi siamo capaci di dispensare ottimi consigli, fare sagge raccomandazioni e invitare alla calma e alla serena riflessione, ma…..quando poi siamo tribolati noi, allora non ci sono raccomandazioni e rassicurazioni che tengano!!!!
E Dio ci guarda con tenerezza e fiducia,
Lui vuole aiutarci a crescere, vuole che diventiamo più “robusti” nella fede, più sicuri nella speranza, più sereni nel quotidiano della vita, sapendo che l’oggi, ogni istante dell’Oggi, non sfugge allo sguardo provvidente di Dio e che tutto,
anche i capelli del nostro capo, sono contati!!!!!
Non ci viene chiesto di essere sprovveduti o imprudenti,
ma solo di guardare la vita senza mai dimenticare che siamo continuamente preceduti e accompagnati dal suo immenso Amore….
Lui veglia sul nostro cammino, Lui condivide le nostre fatiche, Lui conosce le nostre paure e ansia, ed è lì ad ogni passo a ripeterci:
“Si dimentica forse una donna del suo bambino,
così da non commuoversi per il figlio delle sue viscere?
Anche se costoro si dimenticassero,
io invece non ti dimenticherò mai” (Is. 49, 14-15)
Questa esperienza è tra le più belle che si possa fare, ma avviene sempre al termine di un travaglio più o meno lungo….sta a noi la costanza di starci dentro e attraversare il tunnel, senza scoraggiarci e rinunciare.

Pubblicato in meditazione settimanale | Contrassegnato , ,

Ermes Ronchi Commento al Vangelo del 26 febbraio 2017

Il Vangelo a cura di Ermes Ronchi

Dio ha bisogno delle nostre mani per essere Provvidenza
 
VIII Domenica Tempo ordinario – Anno A

CMSYiykXAAAli8e

In quel tempo Gesù disse ai suoi discepoli: «Nessuno può servire due padroni, perché o odierà l’uno e amerà l’altro, oppure si affezionerà all’uno e disprezzerà l’altro. Non potete servire Dio e la ricchezza. Perciò io vi dico: non preoccupatevi per la vostra vita, di quello che mangerete o berrete, né per il vostro corpo, di quello che indosserete; la vita non vale forse più del cibo e il corpo più del vestito? Guardate gli uccelli del cielo: non séminano e non mietono, né raccolgono nei granai; eppure il Padre vostro celeste li nutre. Non valete forse più di loro? E chi di voi, per quanto si preoccupi, può allungare anche di poco la propria vita? E per il vestito, perché vi preoccupate? Osservate come crescono i gigli del campo: non faticano e non filano. Eppure io vi dico che neanche Salomone, con tutta la sua gloria, vestiva come uno di loro. (…)

Continua a leggere

Pubblicato in commento vangelo | Contrassegnato , ,

Meditazione della settimana 19-25 febbraio

«Nessuno si illuda. Se qualcuno tra voi si crede un sapiente in questo mondo,
si faccia stolto per diventare sapiente, perché la sapienza di questo mondo è stoltezza davanti a Dio.
Sta scritto infatti: «Egli fa cadere i sapienti per mezzo della loro astuzia». E ancora: «Il Signore sa che i progetti dei sapienti sono vani» (1 Cor 3, 16-23)

Beh…forse sarebbe meglio rovesciare la domanda e chiederci, ma quanti tra noi sono consapevoli davvero che la loro “sapienza” in realtà non è tale?
In effetti ognuno di noi si crede non solo sapiente, ma talvolta addirittura detentore della sapienza stessa, e parla e agisce di conseguenza.
Ma Dio ci dice che tutto quello che noi riteniamo sapiente Lui lo giudica stoltezza….
Lui ci chiede di amare, di perdonare, di porgere l’altra guancia, di dare oltre la tunica anche il mantello, ecc…….ma cos’è questa? Sapienza?
Sì è Sapienza, è il vero “sapore” della vita, quello che ci permette di gustarla in pienezza
e di scoprire che la vita è molto più ampia
e si estende ben oltre gli angusti confini del nostro io, che il mondo oggi si illude di difendere costruendo muri per delimitare, dividere, separare, allontanare.
Ma il Signore sa che i progetti dei sapienti sono vani!!!!!!
Il problema è che i “sapienti” fanno fatica a riconoscerlo e finchè non vengono travolti dalle macerie dei loro muri che crollano non se ne rendono conto!!!!

Pubblicato in meditazione settimanale | Contrassegnato , ,

“Non siamo carabinieri del sacro, facciamo rinascere le comunità”

Il viaggio per incontrare i nuovi pastori italiani: Guido Gallese di Alessandria, che ha reso istituzionale la presenza di laici e donne tra i consiglieri del vescovo. «Questo è un momento veramente facile per evangelizzare» 

ANDREA TORNIELLI
INVIATO AD ALESSANDRIA Continua a leggere

Pubblicato in diocesi alessandria | Contrassegnato , ,