Meditazione della settimana 14-20 maggio

«Non sia turbato il vostro cuore. Abbiate fede in Dio e abbiate fede anche in me. Nella casa del Padre mio vi sono molte dimore. Se no, vi avrei mai detto: “Vado a prepararvi un posto”? Quando sarò andato e vi avrò preparato un posto, verrò di nuovo e vi prenderò con me, perché dove sono io siate anche voi. » (Gv 14, 1-12)

Come risultano piene di speranza e incoraggianti queste parole di Gesù!!!!
Proprio oggi, in questo tempo così segnato dalla sofferenza, dalla precarietà, dalla paura e incertezza………Lui ci invita ad avere fede, ma perché?
Perché nonostante tutto quello che succede, noi, ognuno di noi ha un posto,
ha una dimora preparata da Gesù stesso!!!!
Vediamo ogni giorno tanti essere umani allo sbando, vagare di qua e di là, senza dimora, senza lavoro, senza futuro….sballotati, respinti, umiliati, cacciati ed emarginati…….
ma Dio non ne perde di vista neanche uno, anzi!!!!!
per ciascuno Lui sta preparando la dimora,
un posto unico, personale…dobbiamo crederci, dobbiamo avere fede e non temere.
La nostra vita è un cammino più o meno lungo, più o meno difficile e travagliato per raggiungere “quel posto” che già ci attende
e dove sarà Dio stesso ad accoglierci.
Sarà bello e sorprendete ritrovarci vicini e scoprire che anche tutti quei volti ignoti che oggi, qui, ci sembravano solo poveri disgraziati senza nome e senza terra,
in realtà saranno accanto a noi nel loro posto, finalmente accolti e riconosciuti.

Pubblicato in meditazione settimanale | Contrassegnato , ,

Ermes Ronchi Commento al Vangelo del 14 maggio 2017

Il Vangelo a cura di Ermes Ronchi

Chi segue Gesù trova la strada vera che porta alla vita
 
V Domenica di Pasqua – Anno A

CMSYiykXAAAli8e

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Non sia turbato il vostro cuore. Abbiate fede in Dio e abbiate fede anche in me. Nella casa del Padre mio vi sono molte dimore. Se no, vi avrei mai detto: “Vado a prepararvi un posto”? Quando sarò andato e vi avrò preparato un posto, verrò di nuovo e vi prenderò con me, perché dove sono io siate anche voi. E del luogo dove io vado, conoscete la via». Gli disse Tommaso: «Signore, non sappiamo dove vai; come possiamo conoscere la via?». Gli disse Gesù: «Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me. Se avete conosciuto me, conoscerete anche il Padre mio: fin da ora lo conoscete e lo avete veduto».
Gli disse Filippo: «Signore, mostraci il Padre e ci basta». Gli rispose Gesù: «Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto, Filippo? Chi ha visto me, ha visto il Padre (…)».

Continua a leggere

Pubblicato in commento vangelo | Contrassegnato , ,

Conosciamo la Bibbia – Il Vangelo secondo Matteo (11)


Don Claudio Doglio

Conosciamo la Bibbia – Il Vangelo secondo Matteo 

Undicesima puntata

Sintesi della trasmissione

  • Le parabole dell’impegno fedele: il discorso escatologico (23-25) in contrapposizione al primo discorso (5-7); guai contro beati; annuncio della Pasqua in c.24; aggiunta del c.25: vergini sagge/stolte; talenti; giudizio: serve la vita concretamente buona e coerente per entrare nel Regno.
Pubblicato in bibbia | Contrassegnato

Omelia IV Domenica di Pasqua 2017

Omelia IV Domenica di Pasqua tenuta da don Giuseppe Di Luca domenica 7 maggio 2017

cooltext801579272

Pubblicato in valmadonna | Contrassegnato , , , ,

Ermes Ronchi Commento al Vangelo del 7 maggio 2017

Il Vangelo a cura di Ermes Ronchi

Il pastore che conduce verso la vita senza confini
 
IV Domenica di Pasqua – Anno A

CMSYiykXAAAli8e

In quel tempo, Gesù disse: «In verità, in verità io vi dico: chi non entra nel recinto delle pecore dalla porta, ma vi sale da un’altra parte, è un ladro e un brigante. Chi invece entra dalla porta, è pastore delle pecore. Il guardiano gli apre e le pecore ascoltano la sua voce: egli chiama le sue pecore, ciascuna per nome, e le conduce fuori. E quando ha spinto fuori tutte le sue pecore, cammina davanti a esse, e le pecore lo seguono perché conoscono la sua voce. Un estraneo invece non lo seguiranno, ma fuggiranno via da lui, perché non conoscono la voce degli estranei». Gesù disse loro questa similitudine, ma essi non capirono di che cosa parlava loro. […]

Continua a leggere

Pubblicato in commento vangelo | Contrassegnato , ,