Meditazione della settimana 10-16 settembre

«In verità io vi dico ancora: se due di voi sulla terra si metteranno d’accordo per chiedere qualunque cosa, il Padre mio che è nei cieli gliela concederà. Perché dove sono due o tre riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro». …» (Mt 18, 15-20)

Il problema non è chiedere, quello ci riesce fin troppo bene….il problema è mettersi d’accordo veramente.
Questo mettersi d’accordo non è tanto inteso come un trovare qualche punto di contatto su questioni esterne da gestire e decidere, ma far andare in accordo il cuore, cioè quella parte di noi più vera e profonda, la sede del nostro pensiero, del nostro essere vitale e personale.
Questo mettersi d’accordo comporta un coinvolgimento più serio e profondo, e quindi la volontà di superare rapporti spesso tanto formali, superficiali e fatti di stereotipi e apparenza, per riuscire ad incontrarsi più nella verità e autenticità, lasciando cadere maschere e difese.
Non possiamo pensare che Gesù, la Verità in persona, stia in mezzo a noi, se non abbiamo il coraggio e l’umiltà di metterci a nostra volta nella verità, di uscire un po’ allo scoperto, permettendo all’altro di conoscerci un pò di più, vedendo magari le nostre fatiche, limiti, paure e condizionamenti….tutte cose che ognuno porta con sé e tende a custodire e nascondere gelosamente.
Allora scopriremo che non importa neanche più tanto quello che si chiede, ma conta lo scoprire che Gesù è in mezzo a noi….
Lui è il dono supremo,
oltre al quale, di fatto, non c’è altro da chiedere e desiderare!!!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in meditazione settimanale e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.