Meditazione della settimana 2 – 8 ottobre

«Il Signore rispose e mi disse:
«Scrivi la visione e incidila bene sulle tavolette,
perché la si legga speditamente.
È una visione che attesta un termine, parla di una scadenza e non mentisce;
se indugia, attendila, perché certo verrà e non tarderà.
Ecco, soccombe colui che non ha l’animo retto,
mentre il giusto vivrà per la sua fede». (Ab 1,2-3; 2, 2-4)

SViviamo in un mondo che vuole sapere tutto, conoscere, misurare e calcolare tutto;
stiamo perdendo la capacità di attendere, di pazientare, di indugiare,
di “stare” nelle cose, di immergerci in esse per coglierne tutta la ricchezza e la profondità.
Ma Dio ci chiede di vivere con un altro atteggiamento, ossia di avere fede,
una fede che sa credere, che sa riconoscere i “passi” di Dio nella storia.
La fede non ci inganna; non mente, anzi!!
Sostiene la nostra speranza, rinvigorisce la nostra attesa.

E’ bello far progressiva esperienza che davvero si vive per la fede;
non solo perché questa è la forza che ci sostiene, che ci illumina nelle varie vicende della vita,
ma soprattutto perché è la nostra ragione profonda,
quella che ci dà senso e ci sentire sempre in profonda comunione con Dio.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in meditazione settimanale e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.