Meditazione della settimana 7-13 agosto

« Cercate di capire questo: se il padrone di casa sapesse a quale ora viene il ladro, non si lascerebbe scassinare la casa.
Anche voi tenetevi pronti perché, nell’ora che non immaginate, viene il Figlio dell’uomo».(Lc 12,35-40)

Noi vorremmo sapere tutto e poter programmare tutto,
ma le cose più importante, o meglio, decisive della vita, ci sono ignote nei loro tempi e modi di attuazione.
Però ci viene caldamente consigliato di “tenerci pronti!”
Questo non è un avvertimento minatorio,
ma un consiglio saggio e pieno di amore da parte dell’Unico che davvero sa e conosce tutto.
Siamo invitati a vivere in atteggiamento desto, attento, vigilante
non però con la paura che arrivi il ladro e quindi di essere derubati e con la casa scassinata;
ma perché queste dimensioni del cuore “sveglio” sono quelle che ci permettono
di “goderci” la vita,
di accorgerci di tutte le meraviglie che ogni giorno ci dona con larghezza e gratuità;
di sentirci in ogni momento ricchi e fecondi di un bene che ci è donato
e nessuno può rubarci, ma di cui rischiamo di privarci noi stessi se assumiamo atteggiamenti rinunciatari, sornioni, apaciti e svogliati……..
proprii di chi ha permesso al cuore di appesantirsi e addormentarsi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in meditazione settimanale e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.