Meditazione della settimana 19-25 giugno

«Le folle, chi dicono che io sia?». Essi risposero: «Giovanni il Battista; altri dicono Elìa; altri uno degli antichi profeti che è risorto».
Allora domandò loro: «Ma voi, chi dite che io sia?».
Pietro rispose: «Il Cristo di Dio».(Lc 9, 18-24)

Gesù chiede ai suoi discepoli: “Le folle, chi dicono che io sia?”
Questa domanda di Gesù non è come quelle che facciamo solitamente noi, del tipo:
“Cosa pensano di me le persone? Cosa dicono? Mi stimano? Piaccio? Sono simpatico?, ecc…..” e la lista si potrebbe allungare all’infinito.
Gesù ci stimola ad una ricerca autentica e sincera. Lui vuole che lo conosciamo nella sua Verità, che lo incontriamo nella luce e che permettiamo alla sua Luce di illuminare il nostro cammino.
Lui vuole diventare la nostra luce, quella che ci indica la via passo dopo passo.
E’ per questo che ci chiede di stargli dietro, di avere l’umiltà di metterci alla sua sequela, riconoscendo che noi da soli non sappiamo quale sia la direzione giusta e che abbiamo continuamente bisogno che sia Lui a indicarcela.
Allora ad ogni passo, non solo il cammino si fa più chiaro, ma anche lo conosciamo sempre meglio e possiamo rispondere con più verità alla domanda personale che rivolge a ciascuno di noi: “ma tu, chi dici che io sia?”

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in meditazione settimanale e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.