Meditazione della settimana 20-26 marzo

« Per noi Cristo si è fatto obbediente fino alla morte
e a una morte di croce.
Per questo Dio lo esaltò
e gli donò il nome che è al di sopra di ogni nome.»( Fil 2,8-9)

Cristo si è fatto obbediente per noi!!!!
Si è fatto obbediente fino alla morte di croce per noi!!!
Ma cosa vuol dire questo?
Che è masochista? Che gli piace soffrire? Che è succube degli eventi?
NO!
L’obbedienza che oggi tanto noi disprezziamo e cerchiamo di evitare come qualcosa di degradante, umiliante e avvilente,
in realtà è prima di tutto massima espressione di amore.
Perché obbedire vuol dire conformare la propria volontà con quella di Colui che si ama,
è un voler dire con la propria vita, con tutto il proprio essere: “Ti amo così tanto che voglio diventare una cosa sola con te!”
Ma per fare questo l’unica via è quella della fusione delle volontà, così che di due ne risulti una sola;
non per una mortificazione che abbruttisce e umilia;
bensì per una beatificante unione che ci fa sperimentare di essere pienamente amati perché totalmente amanti.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in meditazione settimanale e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.