Meditazione della settimana 17-23 gennaio

« …..sarai chiamata con un nome nuovo,
che la bocca del Signore indicherà.
Sarai una magnifica corona nella mano del Signore,
un diadema regale nella palma del tuo Dio.
Nessuno ti chiamerà più Abbandonata,
né la tua terra sarà più detta Devastata,
ma sarai chiamata Mia Gioia
e la tua terra Sposata,
perché il Signore troverà in te la sua delizia
e la tua terra avrà uno sposo..” (Is. 62, 1-5)

Queste parole di Isaia sono un canto di speranza che dilata il cuore.
In un mondo in cui troppo spesso, pur con tutti i mezzi di comunicazione di cui disponiamo, ci sentiamo soli, isolati, non compresi e incapaci di aprire il nostro cuore e trovare chi sia in grado di accoglierci………
ecco proprio in un mondo così, diciamo pure, che ostenta felicità, ma annega nella tristezza
in un mondo così risuonano ancora oggi queste splendide parole che ci assicurano la predilezione di Dio,
la sua attenzione amorosa verso ciascuno di noi guardato nella sua individualità e unicità.
Il Signore ci chiama con un nome nuovo,
che non solo dice il suo amore per noi, ma anche io suo progetto su ciascuno di noi;
un progetto per una realizzazione piena,
per una comunione totale e beatificante, come quella tra lo sposo e la sposa;
un progetto per dirci che il nostro destino non è la solitudine e l’incomprensione,
ma la comunione vera per una reciprocità di dono e relazione.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in meditazione settimanale e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.