Meditazione della settimana 27 settembre – 3 ottobre

« In quel tempo, Giovanni disse a Gesù: «Maestro, abbiamo visto uno che scacciava demòni nel tuo nome e volevamo impedirglielo, perché non ci seguiva».
Ma Gesù disse: «Non glielo impedite, perché non c’è nessuno che faccia un miracolo nel mio nome e subito possa parlare male di me: chi non è contro di noi è per noi. Chiunque infatti vi darà da bere un bicchiere d’acqua nel mio nome perché siete di Cristo, in verità io vi dico, non perderà la sua ricompensa.». (Mc. 9, 38-43)

Gesù ci insegna ad avere un cuore grande in cui tutti possano trovare posto
e non solo quelli che “sono dei nostri!”
Quante volte ci comportiamo da settari, da persone che vivono come un elite,
come se fossimo appartenenti ad un gruppo un po’ speciale……
ma Gesù ci dice che ogni persona che non è contro di noi è per noi,
è con noi e quindi noi dobbiamo saperla accogliere e accettare.
E’ più facile e anche più rassicurante stare nel proprio gruppetto,
difendere i propri privilegi e le proprie posizioni,
ma dobbiamo ricordarci che nella comunione dei Santi siamo tutti misteriosamente collegati e, come dice s. Teresa di Gesù Bambino, “quante volte ho pensato che io potrei essere debitrice di tutte le grazie ricevute alle preghiere di un’anima che può avermi chiesta a Dio, e che io conoscerò soltanto in cielo……lì non si incontreranno mai sguardi indifferenti, perché tutti gli eletti si riconosceranno debitori reciprocamente di tutte le grazie che hanno valso loro la corona”

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in meditazione settimanale e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.