Meditazione della settimana 30 agosto – 5 settembre

« Chiamata di nuovo la folla, diceva loro: «Ascoltatemi tutti e comprendete bene!
Non c’è nulla fuori dell’uomo che, entrando in lui, possa renderlo impuro.
Ma sono le cose che escono dall’uomo a renderlo impuro». (Mc. 7, 14-15)

Gesù ci dice che dobbiamo vigilare sul nostro cuore, perché è da lì che escono le cose e i pensieri che lo rendono impuro,
Lì nel segreto del cuore, che nessuno vede e dove nessuno può arrivare, coviamo pensieri cattivi, invidie, gelosie, malvagità, superbia e quant’altro…..
tutte cose che ci avvelenano i rapporti,
che ci rendono incapaci di relazioni autentiche secondo carità;
che ci impediscono una reale condivisione con i fratelli,
perché ce li rendono avversari e antagonisti contro cui dobbiamo misurarci e combattere.
Anche i santi erano ben consapevoli di dover vivere nell’attenta custodia del loro cuore e continuamente chiedevano questa grazia nella preghiera.
“Mi raccomandi molto a Gesù affinché si ammollisca, una buona volta, questo indurato cuore e divenga tutto acceso di carità”
“Fissare gli occhi nel cuore e il cuore innalzarlo a Dio”
s. Teresa Margherita Redi del s. Cuore di Gesù

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in meditazione settimanale e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.