Meditazione della settimana (2-8 agosto)

Gesù rispose: “Voi mi cercate non per i segni miracolosi che avete visto. Ve lo dico io: “voi mi cercate solo perché avete mangiato il pane e vi siete levati la fame” (Gv. 6, 26)

Quante volte anche noi cerchiamo Gesù o i fratelli spinti dai nostri interessi egoistici, dal nostro tornaconto, o dai nostri bisogni, senza preoccuparci di incontrare veramente l’altro, chiunque esso sia.
Questo fa mala alle nostre relazioni , le sporca, le strumentalizza , le soffoca.

Gesù ci vuole insegnare che l’altro, chiunque esso sia, è un dono in se stesso, a prescindere da quello che ci può dare o fare per noi.

Questo è il pane che ci offre Gesù, non tanto un rimedio contro i morsi della pancia vuota, ma un gusto nuovo della vita. La capacità di assaporare persone e situazioni secondo i gusti di Dio, con la libertà e la grandezza del cuore di Dio che in Gesù si è fatto carne per noi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in meditazione settimanale e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.