Lectio divina Prima Domenica di Quaresima

Letture liturgiche: Gn 9,8-15; Sal 24; 1 Pt 3,18-22; Mc 1,12-15

Mc 1, 12 E subito lo Spirito lo sospinse nel deserto  13 e nel deserto rimase quaranta giorni, tentato da Satana. Stava con le bestie selvatiche e gli angeli lo servivano. 14 Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, 15 e diceva: “Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo”.

Niente di meglio per riassumere le quattro fasi della lectio divina (individuate da Guigo il Certosino, XII secolo) che il breve verso tramandatoci da S. Giovanni della Croce: “Cerca nella lettura e troverai nella meditazione; bussa nella preghiera e ti verrà aperto nella contemplazione”: lectio-meditatio-oratio-contemplatio. Se insieme potremo vivere le prime due fasi della lectio divina, della lettura e della meditazione, va tenuto fermo che il cuore di questa pratica non è qui, ma è lasciato al singolo fedele e al suo personalissimo incontro, nella preghiera e nella contemplazione, con la Parola di questo Vangelo.

Per continuare a leggere, scarica qui il testo integrale della lectio.

di Iacopo Iadarola

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in varie e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.