Meditazione della settimana (18 – 24 gennaio)

«Gesù allora si voltò e, osservando che essi lo seguivano,
disse loro: «Che cosa cercate?».
Gli risposero: «Rabbi – che, tradotto, significa maestro -, dove dimori?».
Disse loro: «Venite e vedrete».
Andarono dunque e videro dove egli dimorava e quel giorno rimasero con lui: erano circa le quattro del pomeriggio. » (Gv. 1, 35-42)

Ecco la domanda che continuamente Gesù rivolge al nostro cuore: “che cosa cercate?”
Pare una domanda banale sulle prime, quasi ovvia, ma se ci pensiamo bene, come è difficile capire cosa veramente stiamo cercando, cosa il nostro cuore vuole, chiede, desidera….
spesso siamo in balia di desideri disordinati, andiamo qua e là, in cerca di qualcosa che non sappiamo nemmeno ben definire.
Gesù non ci dà tutto pronto, vuole che ci interroghiamo nel profondo,
vuole che, con un atto libero e responsabile, ci muoviamo verso di Lui,
che andiamo a “vedere” dove abita, dove dimora, dove sta abitualmente.
Non si stratta tanto di un luogo fisico, geografico, ma della sua dimensione interiore,
del luogo delle sue relazioni vitali, quelle che lo caratterizzano, che lo fanno essere e agire.
E noi cosa cerchiamo?
Qual è la spinta profonda che ci muove?
Questa è una domanda fondamentale a cui ognuno deve poter dare con verità e onestà
la sua risposta.


Annunci
Questa voce è stata pubblicata in meditazione settimanale e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.