Meditazione della settimana (16 – 22 febbraio)

Se vuoi osserverai i comandamenti;
l’essere fedele dipenderà dal tuo buonvolere.
Egli ti ha posto davanti il fuoco e l’acqua;
là dove vuoi, stenderai la tua mano.
Davanti agli uomini stanno la vita e la morte;
a ognuno sarà dato ciò che a lui piacerà (Sir. 15, 15-17)

Quanta responsabilità in queste parole!
La vita e la morte stanno nelle nostre mani: a noi la scelta;
a volte sembriamo vivi e siamo già morti,
spesso camminiamo su strade di morte, senza sbocco,
vicoli ciechi che non ci portano da nessuna parte.
La colpa di chi è?
Incolpiamo questo e quello, la società, la cultura, le persone che abbiamo attorno, gli eventi della vita, ecc….
ma la Scrittura parla chiaro: l’essere fedele dipende solo da noi e da nessun altro.
Ognuno si gioca la sua partita,
ognuno decide liberamente del suo destino di vita o di morte.
Qui sta tutta la nostra grandezza e dignità.
Ogni istante che passa non torna più e si fissa nell’eterno
vale la pena di spenderlo bene!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in meditazione settimanale e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.