Novena di Natale settimo giorno

OLYMPUS DIGITAL CAMERA22 dicembre

Nascerò nudo perché tu sappia spogliarti di te stesso

Gesù non è padrone, è Signore. Egli vuole insegnarci a fare bene le cose, e per Lui che è la Verità, ciò significa immergere la propria vitalità di uomo nell’energia della volontà del Padre e lasciarsi elevare a progetti che solo il Padre conosce.
Ma che cosa ci vuole realmente per poter assumere un atteggiamento simile? Ci vuole la piena libertà da se stessi. Bisogna cioè che nessuno spirito di appropriazione rimanga nell’uomo, a tentarlo di credere più sua che di Dio l’azione compiuta. E’ infatti del tutto insensato ritenere di essere causa di effetti che in verità ci superano del tutto.
Per evitare tale rischio di ridurre le cose di Dio al raggio della nostra azione, dobbiamo ricordarci sempre che siamo servi inutili, che non significa da buttare via, ma che hanno bisogno di avere dall’alto ispirazione e amore per seguirla. (Don. G. Pollano)

Sii benedetto, Signore che ci insegni come si agisce per il regno. Non tu sei nostro, ma noi ti apparteniamo; sostieni la nostra volontà a perdersi nella tua, perché non avvenga che la tua sia soffocata dalla nostra e noi non possiamo più vedere le meraviglie di Dio. Amen

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in novena di natale e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.