Meditazione della settimana (24 – 30 novembre)

……«Ha salvato gli altri, salvi se stesso, se è il Cristo di Dio, il suo eletto”….
“Se tu sei il re dei Giudei, salva te stesso”.. (cfr. Lc. 23, 35-43)

Ha salvato gli altri perché Lui per primo, come uomo, ha accettato di essere salvato,
e solo così,
vivendo in pienezza la dimensione di uomo salvato,
è diventato Salvatore per tutta l’umanità!
Noi non ci salviamo da soli, non siamo i salvatori di noi stessi,
dobbiamo umilmente riconoscere e accettare che la salvezza è un dono da ricevere e accogliere dalle mani di Dio.
Dobbiamo metterci nello stesso atteggiamento del cosiddetto “buon ladrone” che umilmente chiede a Gesù che si ricordi di lui una volta entrato nel suo Regno e così riceve la più bella risposta che potesse mai aspettarsi:
“In verità ti dico, oggi sarai con me nel paradiso”.
Noi sappiamo che il paradiso comincia già qui, perché ci è dato già, qui ed ora,
di poter stare con Gesù, di godere della sua compagnia e di partecipare alla sua opera di salvezza,
se solo sappiamo riconoscerlo con gli occhi della fede andando al di là dell’apparenza per scoprire in quel volto sfigurato, in quel Crocifisso martoriato, in quell’uomo insultato e deriso: il Cristo di Dio!
Il Re dell’universo

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in meditazione settimanale e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.