Meditazione della settimana (22-28 settembre)

“Ti raccomando dunque, prima di tutto, che si facciano domande, suppliche, preghiere e ringraziamenti per tutti gli uomini,
per i re e per tutti quelli che stanno al potere, perché possiamo trascorrere una vita calma e tranquilla con tutta pietà e dignità.
Questa è una cosa bella e gradita al cospetto di Dio, nostro salvatore,
il quale vuole che tutti gli uomini siano salvati e arrivino alla conoscenza della verità.
Uno solo, infatti, è Dio e uno solo il mediatore fra Dio e gli uomini,
l’uomo Cristo Gesù,
che ha dato se stesso in riscatto per tutti.. (1 Tm 2, 1-5)

Queste parole sono molto attuali e piene di significato.
Ci richiamano innanzi tutto alla responsabilità che ognuno di noi ha nei confronti degli altri.
Noi non siamo isole, non siamo indipendenti gli uni dagli altri, no!
I nostri destini sono collegati, si intrecciano,
siamo responsabili gli uni degli altri.
Tutto ciò che di buono o cattivo compiamo si ripercuote sugli altri.
Ecco allora l’invito a domandare, supplicare, pregare e ringraziare per chi sta al potere,
per chi è preposto per governare e guidare gli altri……
Mai come in questi tempi vediamo quanto sia urgente questa parola e pressante questo invito.
Come l’uomo Gesù che ha dato se stesso in riscatto per tutti,
così ognuno di noi deve “dare” se stesso per gli altri,
deve contribuire al bene non solo volendo e facendo il bene,
ma anche implorandolo da Dio con una preghiera fiduciosa e perseverante, come ci insegnano i Santi.
“Che bella cosa pregare l’uno per l’altro, darsi appuntamento presso il buon Dio,
dove non esiste più né distanza, né separazione!
Chiedete e otterrete: la preghiera è infallibile.
Bisogna pregare. Dio lo ha detto formalmente.
La preghiera è così potente sul cuore di Dio!
Occorre pregare con perseveranza senza scoraggiarsi….
Mi sembra che la mia preghiera sia onnipotente,
perché non sono io che prego, ma il mio Cristo che prega in me. “ (B. Elisabetta della Trinità)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in meditazione settimanale e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.