Meditazione della settimana (2 – 8 giugno)

E’ certezza a noi cristiani:
si trasforma il pane in carne,
si fa sangue il vino.
Tu non vedi, non comprendi,
ma la fede ti conferma,
oltre la natura.
E’ un segno ciò che appare:
nasconde nel mistero
realtà sublimi
(Sequenza – Corpus Domini)

Eh, sì è un mistero,
il mistero della nostra fede.
Non vediamo, non capiamo,
ma crediamo.
Stiamo lì davanti a quell’ostia bianca e il cuore ci dice che è Lui,
non arriviamo ad afferrarlo con la mente, con il ragionamento, con l’intelligenza,
ma con il cuore.
E’ un mistero che si penetra solo amando, adorando, ringraziando.
Solo stando lì nel silenzio, senza parole,
perché si fa esperienza che nessuna parola è all’altezza del mistero,
solo tacendo e adorando si capisce,
e mentre si capisce in realtà si scopre che si è capiti;
si è presi dentro un Amore immenso che da sempre ci attende
per colmarci di Sé.

Gesù sta nell’Eucaristia, vive tra noi. Ascoltiamolo perché Egli è la Verità.
Guardiamolo perché Egli è l’immagine del Padre. Amiamolo perché Egli è l’Amore che si dà alle sue creature……
Quando parlo dell’Eucaristia sento in me qualcosa di così straordinario che non posso pensare né far niente…..Gesù mio, mi anniento davanti al tuo amore! (s. Teresa di Gesù di Los Andes)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in meditazione settimanale e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.