Meditazione della settimana (14 – 20 aprile)

"

“…Il discepolo che Gesù amava disse: “E’ il Signore!”
Simon Pietro appena udì che era il Signore, si cinse ai fianchi la sopravveste e si gettò in mare”. (Gv. 21, 7)

Questa è la forza dell’amore che sa riconoscere la presenza dell’Amato e gli corre incontro con slancio sempre nuovo, nel continuo desiderio di vivere con Lui, di stare con Lui, di lasciarsi trasformare momento per momento dalla forza del suo Amore.

“Signor mio, Misericordia mia e mio Tesoro, che altro bene si può mai desiderare quaggiù oltre allo starvi così vicino da non essere possibile più alcuna divisione?
E che fai mai un’anima, o mio Dio, se non si consuma per Voi? (S. Teresa di Gesù)

Ecco la domanda a cui i Santi hanno saputo rispondere bene e che viene rivolta ad ognuno di noi.
Anche noi che facciamo?

Sappiamo riconoscere il Signore che cammina lungo le sponde della nostra vita?

Nella misura in cui sapremo riconoscerlo e lasciarci incontrare da Lui,
la nostra vita acquisterà senso e pienezza!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in meditazione settimanale e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.